fbpx
a

Aperiri vivendum has in. Eu fabellas deseruisse mea, hinc solum tractatos vim ad, ut quem voluptua nam. Ei graeci oblique perci.

Recent Posts

    Sorry, no posts matched your criteria.

Verona corre per dire No alla violenza sulle donne

Al via di We Run – Libere di correre oltre alla maratoneta Eliana Patelli, anche agli assessori Filippo Rando e Francesca Briani, a sottolineare l’importanza di sensibilizzare su un tema così attuale. 

Le previsioni del tempo avverse, la pioggia e il vento avrebbero potuto scoraggiare anche i più stoici. Ma niente ha potuto fermare gli oltre 1.100 partecipanti – uomini, donne e bambini – che domenica 24 novembre hanno preso parte a We Run – Libere di correre, il più grande evento a Verona contro la violenza sulle donne.

Prima della partenza il saluto dell’Assessore Rando e un commosso ma doveroso ricordo a Roberto Puliero che proprio due anni fa aveva aperto la manifestazione, dando un forte segnale alla città che tanto amava. Quindi un fiume di runner e camminatori ha invaso il percorso che dal Bottagisio Sport Center è arrivato fino al Ponte di Castelvecchio, nel cuore della città.

Giunto alla quarte edizione e organizzato dall’associazione Angels in Run con il patrocinio del Comune di Verona, We Run – Libere di correre non nasce come un evento sportivo classico ma come un movimento di persone, di qualsiasi genere e appartenenza, che si uniscono per scardinare stereotipi e accendere luci sul tema della violenza sulle donne. Per dare risposte concrete attraverso reti di aiuto.

 

Parte del ricavato infatti sarà donato a due associazioni molto attive a Verona, Protezione della Giovane e D-Hub, a sostegno di altrettanti progetti concreti dedicati a donne in difficoltà.

Significativa anche la presenza della maratoneta bergamasca Eliana Patelli, che per il secondo anno consecutivo ha aperto la manifestazione portando un’importante testimonianza. Perché smettere di subire violenza è possibile, ma la motivazione può partire solo da chi quella violenza la subisce. Ed Eliana Eliana Patelli lo sa bene perché proprio grazie alla corsa è riuscita a liberarsi da un amore malato e a rinascere.

We Run – Libere di correre non sarebbe stato possibile senza il prezioso contributo di due main sponsor come VELUX e Specchiasol, oltre al sostegno di Naturasì, Mediaprint, Venplast. Grazie anche a Bottagisio Sport Center e Canoa Club Verona che hanno messo a disposizione i loro spazi per l’organizzazione della manifestazione. Un sentito ringraziamento anche a SportdiPiù, media partner dell’evento, e a UISP Verona, Progetto Quid, Airone, Scattodamamma, Atleticamente Foto, Redoro, MB Sport, Gruppo Podistico Gargagnago.