Conferenza stampa WE RUN 2019

Si è svolta il 19 novembre in Sala Arazzi a Palazzo Barbieri la presentazione ufficiale di We Run – Libere di correre, l’evento a scopo benefico firmato Angels in Run e patrocinato dal Comune di Verona, che si svolge ogni anno in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne.

Intorno a una tavola rotonda gremita, Anna Marostica ed Elen Bono, presidente e vice-presidente dell’associazione hanno presentato la manifestazione che è diventata un appuntamento atteso dai veronesi, ma non solo. Sono tanti ormai anche i partecipanti che arrivano dalle province limitrofe, a testimonianza che quando una causa è importante, travalica distanze e confini.

Aperta a tutti, donne e uomini, We Run – Libere di correre sensibilizza su un tema di estrema attualità, che continua a riempire le cronache quotidiane nazionali e locali: la violenza sulle donne. Che non si traduce solo in atti efferati ma anche in piccoli e grandi soprusi quotidiani, con lo scopo di svilire la persona in quanto donna.

Dobbiamo riportare il rispetto al centro del nostro vivere, il rispetto per il prossimo e per ogni essere vivente” – ha sottolineato Anna. “È tempo di farlo tutti insieme, guardando alle cose che ci uniscono e non a quelle che ci dividono. Ognuno deve diventare protagonista in questa battaglia per la vita, perché ciascuno di noi può fare qualcosa. Fare rete è il primo passo per innescare il cambiamento.

Appuntamento quindi domenica 24 novembre alle ore 09:00 presso il Bottagisio Sport Center in Via del Perloso 14 (Chievo) dove si potrà camminare o correre lungo due percorsi a scelta di circa 6 e 11 km. Quello più lungo quest’anno arriverà fino a Castelvecchio, nel cuore della città, unendo così periferia e centro in un unico grande coro. Ad aprire la corsa la maratoneta Eliana Patelli, bergamasca di origini ma col cuore a Verona, che grazie alla corsa è riuscita a lasciarsi alle spalle un amore malato.

Lo scopo benefico

A differenza delle precedenti edizioni, quest’anno parte del ricavato sarà devoluto per supportare non uno ma bensì due progetti, promossi rispettivamente dall’Associazione D-HUB e dall’Associazione Protezione della Giovane, due realtà attive a Verona e che da anni accompagnano donne in situazioni difficili verso una nuova rinascita.

Un occhio all’ambiente

Rispettare l’ambiente e il delicato equilibrio del Parco dell’Adige, luogo in cui Angels in Run è di casa coi suoi allenamenti tutto l’anno, è molto importante per l’associazione. Per questo tutti i bicchieri e piatti utilizzati nei ristori saranno in materiale compostabile fornito direttamente da Amia. Le sacche che conterranno i prodotti del pacco gara sono invece realizzate con materiale derivante da bottiglie riciclate e possono essere riutilizzate infinite volte. Ridotto anche il ricorso a palloncini, rigorosamente biodegradabili.

Come partecipare

É possibile iscriversi online su www.endu.net/it/events/werun/, sabato 23/11 dalle 10:00 alle 18:00 presso il Bottagisio Sport Center e la mattina stessa della corsa dalle 07:30 alle 08:30. La quota d’iscrizione di 12,00 € dà diritto a ricevere il pacco gara con sacca, maglia ufficiale dell’evento (solo per i primi 1.000 iscritti) e utilissimi prodotti offerti da Specchiasol e Naturasì. I ragazzi fino a 15 anni compiuti sono gratuiti.

L’organizzazione di We Run – Libere di correre è stata resa possibile grazie al supporto di realtà e sponsor davvero preziosi.

Un ringraziamento va:

Al Comune di Verona per il patrocinio, A Boagisio Sport Center, Canoa Club Verona
e UISP Unione Italiana Sport per tutti per la collaborazione.

A VELUX Italia e Specchiasol , main sponsor che per primi hanno creduto in questo evento. Agli sponsor Venplast, Naturasì, e Mediaprint.

Ad AGSM, Progeo QUID, Airone, e Partylandia per il sostegno.

Ad Atlecamente Foto, Scaodamamma, Frantoi Redoro, MB Sport e ASD Gruppo podisco Gargagnago per il supporto.

Share:

Articoli correlati

Un nuovo progetto per le donne

Questo 2022 è iniziato sotto il segno delle novità. Sono tante le cose che abbiamo guardato con occhi nuovi e a cui abbiamo cercato di