fbpx
a

Aperiri vivendum has in. Eu fabellas deseruisse mea, hinc solum tractatos vim ad, ut quem voluptua nam. Ei graeci oblique perci.

Recent Posts

    Sorry, no posts matched your criteria.

8 dritte per tornare in forma dopo le feste

Le feste appena trascorse sono state fuori dall’ordinario: giorni e giorni passati in casa, con molto tempo a disposizione e, tutto sommato, poche cose da fare. Di certo abbiamo dato fondo alla cambusa, compensando la mancanza di abbracci e intrattenimento con piccoli e grandi peccati di gola. E non sono mancati neanche gli esperimenti culinari in cucina.

Come ne siamo usciti? Per bene che vada ci sentiamo un po’ appesantiti. Sarà il caso di tornare nei ranghi e ritrovare la forma. Oltre a riprendere con regolarità – e nei limiti di quanto consentito – l’attività sportiva, è bene prestare attenzione anche ad alcune abitudini alimentari.

Ecco qualche suggerimento che può fare la differenza in tempi brevi:

  1. No al digiuno e al salto dei pasti. È un comportamento che viene praticato spesso ma che non giova affatto al vostro organismo: a lungo termine comporta un notevole rallentamento del metabolismo legato alla perdita di massa magra.
  2. Mangiate poco e spesso! In questo modo eviterete di arrivare troppo affamati ai pasti principali e di abbuffarvi di cibo a pranzo e cena.
  3. Limitate il consumo di carne rossa e formaggi. Preferite proteine animali e
    vegetali come il pesce, le uova e i legumi.
  4. Meno farine raffinate e più cereali integrali a basso indice glicemico. Hanno più fibra, aumentano il senso di sazietà e rallentano l’assorbimento di grassi e zuccheri.
  5. Bevete, bevete, bevete! Bere aiuta a combattere la ritenzione idrica. Non dovete per forza bere solo acqua, vanno bene anche infusi o tisane a base di erbe purché senza zucchero, miele o altri dolcificanti.
  6. Consumate verdura a pranzo e a cena. Come i cereali integrali, è ricca di fibra che aumenta il senso di sazietà e rallenta l’assorbimento di grassi e zuccheri.
  7. Riducete i carboidrati senza eliminarli del tutto. Non rinunciare a riso, pasta e pane, basta ridurne la quantità. Cercate di distribuirli correttamente nell’arco della giornata e preferite quelli a basso indice glicemico.
  8. Pianificate il menù giornaliero e la spesa settimanale. La scelta degli alimenti da consumare durante la giornata richiede un po’ di organizzazione e obbliga a una spesa più consapevole ma limita l’acquisto degli alimenti da evitare.

Per concludere un’ultima dritta: meglio non fare la spesa a ridosso dell’ora dei pasti, soprattutto se non avete messo nulla nello stomaco. La fame fa brutti scherzi e induce a comprare alimenti più per golosità che per vera necessità.

 

Dott.ssa Federica Delli Noci
Dietista – Specializzata in Scienze dell’Alimentazione